A braccetto con i gremlins..

Ti sei mai appassionato ad un'idea o a un progetto al punto da non vedere l'ora di agire, concretizzarla, renderla reale? E quante volte dopo pochi minuti da quella meravigliosa sensazione di vitalita' hai iniziato a pensare a tutti i buoni motivi per NON fare quella cosa....

Un mormorio infinito di vocine nella testa che per un motivo e per l'altro ti dicono: “stai buono che cosi rischi”, “ stai al tuo posto e ringrazia per quello che hai”, “ Il mondo e' pieno di persone che fanno quello che fai tu, molto meglio di te, chi ti credi di essere?” “Irresponsabile...ma ti sei dimenticato che hai una famiglia a cui badare? Non pensarci nemmeno" o "Cosa penseranno i tuoi (genitori, amici, figli, colleghi, il prete...) se fai una cosa del genere?”...

Queste sono solo alcuni dei possibili gremlins interiori (mi piace chiamarli cosi..), dettati dalla paura di uscire dalla propria zona di comfort.

Le conosco bene quelle voci. Mi accompagnano in ogni momento nel mio percorso di crescita, e, quando prendo decisioni davvero importanti, come quella di trasferirmi dall'altra parte del mondo, o quella di rischiare fino all'ultimo per finanziare il mio sogno, quelle voci diventano urla! Uscire dalla propria zona di comfort non e' cosa semplice.

Quello che ho capito negli anni e che la paura ha una sua funzione ed e' quella di tenerci al sicuro...purtroppo pero' le abbiamo lasciato uno spazio talmente importante nella nostra vita, da renderla motore di ogni nostra decisione, anche quando non e' la nostra sicurezza personale in gioco. Cosi finiamo per vivere vite a meta', intimoriti dalle possibilita', dalle novita', dal mostrarci completamente autentici e finiamo per essere spettatori, invece che registi, di questo meraviglioso percorso.

Un'altra cosa ho capito: la paura non se ne va. E non se ne andra' mai. Lo so per esperienza. Quello che possiamo cambiare e' lo spazio che le lasciamo nella nostra vita. 

Quando abbiamo il coraggio, a braccetto con le nostre paure, di fare le cose che ci fanno sentire vivi e in cui crediamo veramente, il nostro orizzonte si espande in modo infinito.

Tu come bypassi i tuoi gremlins interiori? Qual'e' la resistenza piu' forte che hai al cambiamento? Lascia i tuoi commenti.

Karen